Prima di acquistare un biglietto per la Russia, per una qualsiasi delle città della Russia, fermatevi un minuto e domandatevi: riuscirò a ottenere il visto per la Russia in tempo utile per la mia partenza?

russian-flag-1168889__180

Se la risposta è “partirò fra un mese” allora dovete fare un paio di calcoli:

ottenere il visto turistico come viaggiatori indipendenti non è così semplice come si potrebbe pensare.

Ci vuole almeno una settimana per ottenere tutti i documenti necessari e riuscire a prenotare un appuntamento al centro visti, e altri 10 giorni (o 3 giorni – pagando un po’ di più – per un’emissione di visto in urgenza). Per chi non abita vicino a una delle sedi VHS centro visti per la Russia (Roma, Milano, Genova, Verona e Palermo) è opportuno valutare l’opzione di richiedere ad un’agenzia specializzata di assolvere tutte le formalità burocratiche per voi a pagamento (normalmente il servizio costa 155 euro e il visto viene spedito entro 12/15 giorni); questo servizio può essere certamente utile!

Invece, nel caso abbiate la possibilità e la voglia di organizzarvi in autonomia, ho preparato per voi un vademecum dedicato proprio all’iter che dovrete seguire per ottenere il visto per la Russia – quello turistico – autonomamente, e con un certo risparmio rispetto all’opzione agenzia.

C’è un ulteriore distinzione da fare. Se viaggerete in gruppo, probabilmente la procedura da seguire non è quella che descriverò in seguito. Sarà verosimilmente la vostra agenzia a occuparsi di tutto.

Se invece siete viaggiatori indipendenti solitari, o in piccoli gruppi informali di 2/3 persone, quanto sto per scrivere fa al vostro caso. Iniziamo dalle basi:

Quali documenti vi servono per effettuare la prenotazione e presentarvi al centro visti per richiedere il visto per la Russia? 

  • passaporto valido con scadenza ad oltre sei mesi dalla data del viaggio e almeno due pagine libere
  • 1 fototessera recente e frontale, senza occhiali, della seguente misura:  3,5 x 4,5 cm
  • assicurazione sanitaria in originale e timbrata dall’agenzia di assicurazioni con copertura minima di 30 000 EUR che copra le spese per una malattia improvvisa o un incidente durante il viaggio, il pagamento dell’ambulanza, delle cure mediche e ospedaliere e dei medicinali, il rimpatrio del malato, la sistemazione e l’alloggio dell’accompagnatore dell’assicurato e (tocchiamo ferro) le spese di sepoltura all’estero o il rimpatrio della salma in caso di incidente letale. L’assicurazione deve essere valida su tutto il territorio della Russia durante il periodo del soggiorno.
    Noi ci siamo affidati a questa polizza di Europassistance per la vicinanza di uno dei loro uffici a casa, ma non è l’unica quindi vi consiglio di fare una ricerca su Google e capire qual’è l’agenzia assicurativa più vicina a voi.
  • Visa Support (anche detto “Lettera d’Invito”) che può essere emesso solo da un tour operator i cui dati siano presenti all’interno del Registro Unico Federale degli operatori turistici. Spesso, su richiesta e su pagamento, sono gli hotel che vi possono fornire tale documento. La nostra è stata emessa da Travellers Union Ltd. di San Pietroburgo, ma ad occuparsene è stato il nostro ostello e stranamente in questa maniera la lettera l’abbiamo pagata 10 euro in meno del prezzo esposto sul sito. Se deciderete di cambiare hotel, non vi preoccupate: il visa support è svincolato dall’hotel e infatti lo potete fare anche indipendentemente, senza appoggiarvi al vostro hotel. Farlo fare a loro nel nostro caso si è rivelato più comodo  —> Alla fine del post vi segnalo il gruppo alberghiero del nostro ostello a San Pietroburgo dove potreste prenotare una delle loro sfiziose camere, e richiedere il visa support in maniera piuttosto agile (aggiungono tramite booking.com l’importo per il VISA all’acconto della camera).
  • Modulo richiesta visto che va compilato online, e deve essere presentato in originale e firmato dal richiedente. Per compilarlo vi servono i dati presenti nel visa support, e quelli dell’assicurazione sanitaria quindi è l’ultimo dei documenti di cui vi dovete preoccupare.
  • Nel caso sia qualcuno da voi delegato a presentare i documenti aggiungete a quanto sopra una delega in originale che possa accompagnare i documenti, e il vostro “fattorino” buonanima

Una volta sicuri di avere tutto il materiale potete fissare l’appuntamento.

Vi suggerisco di farlo con una settimana di anticipo, dato che altrimenti rischiereste di non trovare posto nel giorno e orario desiderato. Gli appuntamenti possono essere spostati quindi se si riesce proprio a ottenere tutti i documenti in tempo è possibile post-porlo. Il modo più comodo per fissare l’appuntamento è online qui.

E’ possibile anche fissare l’appuntamento telefonicamente, oppure presentarsi senza appuntamento (con il rischio di fare molta fila). Nel compilare i documenti ricordate che è possibile chiedere più giorni di quelli che rimarrete effettivamente, ma che non potrete rimanere più a lungo di quelle date. Quindi, aggiungete qualche giorno al vostro itinerario sui documenti di modo da non dovervene preoccupare durante il vostro viaggio.

Una volta giunto il giorno dell’appuntamento potrete portare tutte le scartoffie all’ufficio di riferimento in una delle sedi VHS centro visti per la Russia, pagare l’obolo di  65 euro: 35 euro di spese consolari per il visto senza urgenza (70 euro con urgenza) e 24,59 per il servizio.

Seguendo questa procedura, per noi ha funzionato perfettamente! Ho ritirato il mio visto per la Russia proprio ieri… mancano solo le valigie!

Ricordate che non è finita qui! Una volta arrivati in Russia dovrete – entro 7 giorni lavorativi – essere registrati presentando passaporto e carta d’immigrazione che riceverete all’aeroporto al vostro arrivo. Nel caso pernottiate in un albergo, dovrà essere l’albergatore a registrarvi (e spesso questo ha un costo aggiuntivo rispetto a quello della camera). Se sarete a casa di amici, saranno loro a dover assolvere alle pratiche per il visto per la Russia.

L’ostello dove abbiamo deciso di pernottare fa parte del gruppo Friends Hotels and Hostels. Gestiscono diversi hotel e ostelli – tutti con un design molto originale e colorato – a San Pietroburgo, e sul sito sponsorizzano il servizio di gestione visa support che forniscono ad appena 5 euro. Per noi ha funzionato molto bene questa opzione! Pernotteremo al Friends na Liteynom Hostel.

Friends na Liteynom Hostel Friends na Liteynom Hostel