Quali sono le vaccinazioni da fare per un viaggio in Asia o in Africa e quanto tempo prima prepararsi? Tutte le indicazioni su come affrontare un tema che non è mai molto chiaro.

Quanto tempo prima e dove

Organizzatevi almeno un mese abbondante prima tenendo presente che in 15/20 giorni circa dovreste riuscire a terminare tutte le preparazioni. Prenotate una consulenza al centro vaccinazioni internazionali più vicino a casa vostra (a Milano, ad esempio, si trova alla ASL Profilassi Internazionale in via Statuto 5): qui, dopo una chiacchierata con il consulente, compilerete una scheda con i vostri dati e con i vaccini da effettuare. Alcuni vaccini verranno effettuati direttamente in loco (quelli per via intramuscolare), altri dovete provvedere voi a casa (quelli con assunzione di farmaci).

Quali

Premesso che i vaccini “raccomandati” dipendono dal tipo di viaggio e delle condizioni di salute e che quindi sono soggettivi e discrezionali, possiamo stilare una lista di “classici” vaccini da viaggio.

Vaccini Internazionali: Vivotif e Dukoral

Febbre tifoide

Descrizione: è una malattia causata dalla Salmonella Typhi. Si presenta con febbre, cefalea, disturbi intestinali, malessere. Il rischio è maggiore in alcune zone dell’Africa, India, Indonesia, Sud America e in genere in zone con bassi standard di igiene e mancanza di acqua potabile.

Vaccino: esiste per via intramuscolare o per via orale. La vaccinazione orale consiste in 3 capsule da assumere a giorni alterni (giorni 1-3-5) con acqua o liquidi non caldi a stomaco vuoto. Non dimenticate comunque le misure d’igiene per la prevenzione personale (vedi capitolo profilassi malattie a trasmissione oro-fecale).

Effetti collaterali: è in genere ben tollerato ma sono possibili sintomi gastrointestinali.

Validità: dura 3 anni.

Epatite A

Descrizione: è una malattia infettiva causata da un virus che colpisce il fegato e raramente è grave. Il virus viene eliminato con le feci e il contagio avviene attraverso contatto stretto con le persone infette o l’ingestione di acqua o alimenti contaminati da feci.

Vaccino: per via intramuscolare con due dosi a distanza di 6-12 mesi che conferisce protezione a lungo termine. E’ indicato nelle zone in cui la malattia è diffusa. Non dimenticate comunque le misure d’igiene per la prevenzione personale (vedi capitolo profilassi malattie a trasmissione oro-fecale).

Effetti collaterali: è in genere ben tollerato ma sono possibili le classiche reazioni locali (rossore, gonfiore) e generali (mal di testa, malessere, nausea).

Validità: con 1 dose vale un anno, con due dosi vale per tutta la vita.

Difterite – Tetano – Poliomielite

Descrizione: la difterite è una grave malattia infettiva che produce la formazione di membrane nel naso e nella gola che talvolta possono impedire la respirazione. Il tetano è una malattia non contagiosa che provoca danni al sistema nervoso. La poliomielite è una grave malattia infettiva e contagiosa che colpisce il sistema nervoso e può provocare paralisi e morte.

Vaccino: il vaccino combinato è per via intramuscolare e il richiamo è ogni 10 anni per il difto-tetano.

Effetti collaterali: possibili reazioni locali (rossore, gonfiore).

Validità: la tetanica dura 10 anni nel caso di richiamo. Generalmente la difterite, poliomielite e tetano viene prevenuta in età pediatrica.

Colera

Descrizione: si manifesta con disturbi enterici di diversa gravità. E’ presente nei paesi poveri con sistemi fognari inadeguati e scarsa disponibilità di acqua potabile. Il rischio per i viaggiatori è alto solo in caso di epidemie in atto e attività umanitarie/assistenza. Il contagio avviene attraverso il consumo di alimenti contaminati (acqua, frutta e verdura, pesce).

Vaccino: per via orale con due dosi da prendere a distanza di almeno una settimana ed entro un massimo di sei settimane. Il ciclo va concluso almeno una settimana prima della partenza. Non dimenticate comunque le misure d’igiene per la prevenzione personale (vedi capitolo profilassi malattie a trasmissione oro-fecale).

Effetti collaterali: in genere è ben tollerato. Alcune rare reazioni (stanchezza, nausea, mal di testa) sono lievi e compaiono entro 48 ore dopo l’assunzione. 

Validità: dura 2 anni dall’assunzione. Per prolungare assumere una dose di richiamo.

Encefalite Giapponese

Descrizione: è una infezione trasmessa dalle zanzare del genere culex che pungono nelle ore serali e notturne ed è presente nelle zone agricole ricche di risaie in Asia. Il rischio per i viaggiatori è alto in caso di soggiorni in aree rurali superiori ai 30 giorni. Si manifesta con mal di testa e febbre nei casi più lievi ma può portare anche a meningite, encefalite con rischio di danni al cervello o morte.

Vaccino: per via intramuscolare con un ciclo di 2 iniezioni di cui la seconda 28 giorni dalla prima (in caso di viaggio imminente la seconda dose può essere somministrata 7 giorni dopo). Non dimenticate comunque le misure di protezione personale (vedi capitolo dedicato alla Malaria).

Effetti collaterali: è in genere ben tollerato ma sono possibili le classiche reazioni locali e generali.

Validità: N.D.

Rabbia

Descrizione: è una malattia virale a carico del sistema nervoso con esito mortale. E’ trasmessa da mammiferi infetti tramite morso, graffio, leccatura ed è presente soprattutto nella fascia tropicale e sub-tropicale (la maggior parte è trasmessa dal morso di cani infetti).

Vaccino: per via intramuscolare, può essere usata come protezione da un possibile rischio di contagio (pre-esposizione) o per bloccare una eventuale infezione a seguito di esposizione ad una fonte di contagio (post-esposizione). La vaccinazione pre-esposizione prevede 3 dosi, la seconda e la terza rispettivamente dopo 7 e 21/28 giorni dalla prima. La vaccinazione post-esposizione prevede 5 dosi  ai giorni 0,3,7,14,28.

Effetti collaterali: è in genere ben tollerato ma sono possibili le classiche reazioni locali e generali.

Validità: N.D.

Febbre gialla

Descrizione: è una malattia causata da un virus trasmesso dalle zanzare del genere Aedes che pungono durante il giorno. L’infezione viene trasmessa in sud America e nell’Africa Subsahariana. La malattia compare dopo 3/6 giorni con sintomi simili a quelli dell’influenza, nei casi più gravi epatite ed emorragie con rischio di morte

Vaccino: per via sottocutanea. Non dimenticate le misure di protezione dalle punture di zanzara (vedi capitolo Malaria).

Effetti collaterali: reazioni locali (rossore, gonfiore e dolore) e rare reazioni generali.

Validità: dura 3 anni.

Meningite meningococcica

Descrizione: ci sono diversi tipi di batterio meningococco tra cui i più famosi sono i tipi A, B, C, W135 e Y. I tipi B e C sono diffusi in Europa, A in Africa. Le infezioni non hanno sintomi ma possono diffondersi nel sistema nervoso causando meningite o sepsi che possono portare a lesioni permanenti o morte. Si trasmette attraverso le goccioline di saliva.

Vaccino: ci sono tre tipi di vaccino a seconda del tipo di batterio. Per i viaggiatori quello che potrebbe essere indicato è il tetravalente coniugato contro i meningococchi di tipo A-C-W135 e Y.

Effetti collaterali: reazioni locali (rossore, gonfiore e dolore) e rare reazioni generali.

Validità: diverse a seconda del tipo di vaccino.

Esempi pratici

Esistono delle linee guida di base considerando poi che, da paese a paese, ci possono essere delle piccole variazioni. Quanto sotto resta una specie di vademecum a chi si avvicina per la prima volta al mondo delle vaccinazioni per viaggi internazionali.

Vaccini internazionali

Sud-Est Asiatico

Le vaccinazioni raccomandate per un viaggio classico da 10/15 giorni sono antitifoide, epatite A, difto-tetanica.

Se avete in programma dei viaggi più impegnativi allora potrebbe essere il caso di tenere conto anche di altri vaccini, ad esempio: encefalite giapponese se pernottate per lungo tempo (ma parliamo di almeno un mese) in zone rurali ricche di risaie, colera se avete intenzione di visitare per lungo tempo villaggi molto poveri con scarsa igiene e scarsa disponibilità di acqua potabile, rabbia se pensate di esporvi con animali. Controllate inoltre di avere le vaccinazioni raccomandate dalla legge italiana: epatite B, morbillo-parotite-rosolia.

Verificate il rischio di Malaria nelle zone che pensate di visitare. Evitate il contatto con acque dolci per prevenire la Schistosomiasi, seguite le misure di protezione anti-zanzare per prevenire le malattie trasmesse da zanzare come la Dengue o la Malaria, seguite le misure di protezione igieniche per prevenire la diarrea del viaggiatore e altre malattie a trasmissione oro-fecale.

Africa

La vaccinazione obbligatoria è la Febbre Gialla e in alcuni casi Polio (per soggiorni superiori a 30 giorni).

Le vaccinazioni raccomandate per un viaggio classico da 10/15 giorni sono antitifoide, epatite A, difto-tetanica, meningite meningococcica (quest’ultima dipende molto dal paese).

Se avete in programma dei viaggi più impegnativi allora potrebbe essere il caso di tenere conto anche di altri vaccini, ad esempio: colera se avete intenzione di visitare per lungo tempo villaggi molto poveri con scarsa igiene e scarsa disponibilità di acqua potabile, rabbia se pensate di esporvi con animali. Controllate inoltre di avere le vaccinazioni raccomandate dalla legge italiana: epatite B, morbillo-parotite-rosolia.

Verificate il rischio di Malaria nelle zone che pensate di visitare. Evitate il contatto con acque dolci per prevenire la Schistosomiasi, seguite le misure di protezione anti-zanzare per prevenire le malattie trasmesse da zanzare come la Dengue o la Malaria, seguite le misure di protezione igieniche per prevenire la diarrea del viaggiatore e altre malattie a trasmissione oro-fecale.

Quanto costano

Il costo dei vaccini è variabile a seconda della tipologia e tenete presente che anche l’eventuale consulenza per stabilire quali fare e quali non fare ha un costo. Di seguito riportiamo alcune tariffe per i principali vaccini da viaggi internazionali relative alla regione Lombardia (in generale comunque i prezzi non si dovrebbero discostare più di tanto):

Consulenza

Anti-marillica (febbre gialla)

Anti-epatite B

Anti-tifica (orale)

Anti-colerica (orale)

Anti-rabbia

Anti-encefalite giapponese

21,00 euro

26,12 euro

24,23 euro

20,24 euro

31,25 euro

36 euro

78,13 euro

Profilassi antimalarica

Profilassi farmacologica

Fare o non fare la profilassi malarica? Questo è sicuramente un tema dibattuto e anche soggettivo in quanto il fisico di ognuno di noi reagisce in maniera diversa ai medicinali coinvolti e dipende anche della zona che stiamo visitando e del periodo in cui la stiamo visitando. Fate la vostra scelta dando un occhio ai link utili che abbiamo inserito a fondo pagina e discutendone con il personale competente del centro vaccini di riferimento.

In generale la profilassi malarica può essere fatta in quattro diverse maniere: Malarone, Doxiciclina, Lariam, Clorochina. Tendenzialmente viene consigliato il Malarone che è un pò più costoso del Lariam ma meno impattante sul fisico, andrebbe preso una volta al giorno per tutto il periodo di soggiorno nella zona malarica da un giorno prima di recarsi a 7 giorni dopo il rientro.

Profilassi comportamentale

Ci sono alcune regole da seguire per una corretta profilassi comportamentale, semplici accorgimenti per prevenire le punture della “famigerata” zanzara anofele. Ovviamente non sempre è fattibile seguire queste regole ma danno una idea precisa di come si può abbassare la probabilità di essere punti:

  • Evitare di soggiornare all’aperto nelle ore notturne
  • Indossare abiti lunghi di colore chiaro che coprano gambe e braccia
  • Applicare sulla pelle, oltre a creme idratanti e creme solari, prodotti repellenti quali:
    • Il Dietiltoluamide (DEET) (con formulazione almeno al 50%) ogni 6 ore
    • Il Citriodiol (PMD) (con formulazione almeno al 40%) unico repellente di origine naturale efficace da 2 a 6 ore a seconda della concentrazione
  • Dormire in locali con aria condizionata o dotati di zanzariere alle finestre.

Terapia di emergenza della malaria

Se avete febbre dopo 7 giorni di permanenza in area malarica e siete impossibilitati a recarvi in ospedale per più di 24 ore dalla comparsa dei sintomi, sarebbe opportuna una terapia di emergenza (solo temporanea, bisogna poi farsi visitare da un medico il prima possibile). Eurartesim e Malarone sono i farmaci per le terapie. Di solito viene consigliato il Malarone, da assumere per via orale con cibo o bevanda a base di latte per 3 giorni consecutivi (4 compresse al giorno).

Profilassi malattie infettive a trasmissione oro-fecale

Cibi e bevande contaminate da virus, batteri e parassiti sono causa di malattie gastro-intestinali molto frequenti nei viaggiatori (tifo, paratifo, epatite A, colera, diarrea del viaggiatore, etc). Per prevenire queste malattie, aldilà dei vaccini, bisogna seguire alcuni semplici accorgimenti:

  • Lavarsi spesso le mani e sempre prima di mangiare e dopo aver utilizzato i servizi igienici.
  • Bere solo acqua minerale sigillata meglio se gasata. Se avete dubbi bollite l’acqua per qualche minuto o disinfettatela.
  • Evitate il ghiaccio o bevande non sigillate
  • evitate i cibi più rischiosi, poco cotti, verdure crude, dessert, frutti di mare, frutta non sbucciata.
  • lavare i denti con acqua minerale

Ovviamente sono regole guida che servono come principio di base per abbassare le probabilità di “stare male” in viaggio. Sta poi a voi, un pò come per i vaccini, gestire in maniera soggettiva la situazione e capire fin dove spingersi e che cosa fare anche condividendo le informazioni con il medico e il personale competente.

Esistono poi degli antibiotici specifici per la diarrea del viaggiatore tra cui la Rifaximina o la Azitromicina.

Mal di Montagna

I sintomi del mal di montagna sono cefalea associata a nausea, stanchezza, insonnia e vertigini e in misura ancora più grave, confusione, atassia, stupor e coma. Se avete uno di questi sintomi… scendete!

Salendo in montagna è consigliato respirare più profondamente e più velocemente,  mantenere una velocità costante di ascesa, evitare sforzi i primi giorni, evitare alcoolici, mantenere una adeguata idratazione. Ci sono anche profilassi farmacologiche per cui va consultato eventualmente il medico.

Link utili

Prima di un viaggio a rischio informatevi presso i canali competenti. Qui sotto trovate una piccola lista di siti con informazioni specifiche su vaccini, zone di diffusione, epidemie in corso e molto altro:

  • Aggiornamento ottobre 2018 – il sito purtroppo non è più raggiungibile    Viaggia in salute: sito promosso dal sistema socio-sanitario della regione Lombardia curato da operatori sanitari dell’ ATS di Milano esperti in medicina dei viaggi, vaccinazioni e profilassi malattie infettive. Si tratta di una vero e proprio vangelo che contiene tutto quello che dovete sapere sulle vaccinazioni per viaggi internazionali ed è (non da poco) molto chiaro e molto conciso. Profilassi, news e una sezione dedicata ai vaccini obbligatori e raccomandati per ogni stato del mondo. Fondamentale!
  • Fit for travel: sito promosso da NHS, il servizio sanitario pubblico scozzese. Se Viaggia in Salute è un vangelo, Fit For Travel è la bibbia. Oltre alle risorse dedicate ai vaccini, alle malattie e alle destinazioni a rischio, Fit For Travel contiene tutti gli avvisi su epidemie in corso, giorno per giorno, schede costantemente aggiornate su qualsiasi tipo di prevenzione, profilassi e terapia.
  • proMED mail: altro sito dalle risorse infinite riguardanti avvisi su epidemie in corso, news, eventi e congressi relativi a malattie internazionali gestito dal ISID (International Society for Infectious Diseases).