Chi l’avrebbe mai detto che la nostra tappa in India si sarebbe rivelata un vero e proprio ritorno a casa? Da Calcutta a Mumbai abbiamo incontrato persone e luoghi che ci hanno ricordato quello che siamo e da dove veniamo, è stato più un viaggio da vivere che da vedere e che ci ha aperto le porte ad una maggiore consapevolezza. L’india che si è srotolata davanti a noi è una terra piena di sorprese, carismatica, matura, dalla natura abbacinante e dalle città ricche di vitalità.

[Day 106 to 110] Kerala, una nuova famiglia

Il Kerala è un bignami del mondo, un pò come l’Italia.

Poche centinaia di chilometri separano i suadenti canali delle backwaters di Kochi e Allapuzha e le montagne e le piantagioni di the di Munnar e Wayanad. In mezzo la natura si prende quasi tutti e spesso i villaggi sono invisibili, assediati da una giungla foltissima. Kochi ha la eleganza e la personalità di una città occidentale ma ne aggiunge il fascino esotico dell’India.

Per noi è stato un vero e proprio temporaneo ritorno a casa e non lo avrei mai detto prima di venire qui che, nell’india più profonda e tropicale, avrei trovato casa. 15 giorni prima di tornare, nel momento più inaspettato, abbiamo mollato gli ormeggi e ci siamo lasciati trasportare dalle persone. Josè e tutta la sua famiglia e tutti i suoi vicini, nonostante il gap culturale, sono stati straordinarie guide per tornare a… casa, l’unico posto di cui non ci si potrà mai dimenticare.

Clicca qui per tornare alla mappa dell’India